Archive for tag: Generale

Il senso della vita? E' nella solitudine

scritto da Vinicio Albanesi il 27/06/2013 in Generale, vita, vito mancuso | 1 commento

Abbiamo invitato alla 10° Festa delle Comunità di Capodarco, sabato 22 giugno a Fermo, Vito Mancuso, il filosofo-teologo conosciuto per i suoi numerosi scritti e per la partecipazione ai dibattiti pubblici.
Ho posto a lui tre domande: chi siamo e dove andremo; la seconda: c’è ancora tensione tra obbedienza e libertà; infine, quali sono i vizi e le virtù della coscienza moderna, i primi da combattere e i secondi da alimentare.
A un numeroso e attentissimo pubblico, Vito Mancuso ha esposto le sue tesi, spaziando dalla fisica alla matematica, dalla filosofia alla teologia, dal cristianesimo alle altre religioni del mondo.
Mi hanno colpito tre passaggi. Egli ha detto che alle domande ultime della vita si può rispondere solo vivendo la solitudine.Un concetto che sembra scomparso dal nostro orizzonte; eppure – ha sottolineato – ogni risposta di vita, compresa quella religiosa, può nascere se l’individuo riesce a vivere intensamente la ...
Leggi tutto

Don Andrea Gallo, prete cattolico

scritto da Vinicio Albanesi il 27/05/2013 in Generale, In cielo | 4 commenti


Ho conosciuto don Andrea Gallo agli inizi degli anni ’80. In quel periodo con don Luigi Ciotti, insieme ad altri sacerdoti, ci facemmo promotori di incontri per armonizzare l’azione di molte comunità di accoglienza che in quegli anni stavano nascendo in Italia. A distanza di trent’anni stanno lentamente scomparendo alcuni di quei protagonisti. Figure carismatiche, amate dalla popolazione che le conoscevano, accettate dalle autorità civili, appena sopportate dalla Chiesa locale, salvo poi essere esaltate nel momento della morte.
Personalità forti, con grandi capacità comunicative e organizzative, ritenute, nemmeno troppo sommessamente, “irregolari”. Non condannate, ma nemmeno amate dalla comunità cristiana.
La stessa sorte ha subito don Andrea Gallo. Egli, salesiano d’origine, s’accosta, dopo varie esperienze al mondo della marginalità, per fondare nel 1975 la sua “Comunità di San Benedetto al Porto”. Inizia da lì la vicenda che lo porta, anno dopo anno, a difendere nella sua “città” ...
Leggi tutto

La politica deve ritornare a esprimere il bene di tutti

scritto da Vinicio Albanesi il 30/04/2013 in Generale | 1 commento


Nel Febbraio scorso abbiamo invitato in comunità quanti, candidati al parlamento, avessero voluto dialogare sulle politiche sociali e sanitarie per la nuova legislatura.
Tra il 12 e il 20 Febbraio abbiamo incontrato Paolo Petrini, Francesco Verducci, Francescco Massi, Laura Boldrini, Mario Andrenacci, Enrico Letta.
 Tra questi candidati due sono stati eletti al Parlamento (Petrini e Verducci); Laura Boldrini è attualmente Presidente della Camera ed Enrico Letta Presidente del Consiglio.
Ai nostri interlocutori abbiamo posto tre questioni, a nostro parere cruciali: contrasto alla povertà, la lotta alle disuguaglianze, un nuovo welfare che rendesse più omogeneo, efficace e meno costoso il sistema di sicurezza sociale.
Abbiamo constatato che tutti gli interlocutori, con prospettive diverse, hanno posto attenzione ed hanno dato risposte di soluzione.
Particolare appello, per il ruolo che ricoprono, riprendendo il filo dei ragionamenti abbozzati, ...
Leggi tutto

Triplice suicidio a Civitanova Marche, il grido contro la povertà non è raccolto

scritto da Vinicio Albanesi il 05/04/2013 in Generale | 1 commento


Questa mattina è giunta notizia che, a Civitanova Marche in una città della nostra Regione, vicino alle nostre abitazioni, si sono tolti la vita due coniugi. Il motivo sembra essere la riduzione in povertà. Disoccupato lui, con una piccola pensione lei. Per il dispiacere si è ucciso, gettandosi a mare, anche un fratello di lei.
Nei nostri tranquilli territori tre persone morte sono molte; sono troppe dappertutto. La nostra terra non è abituata all'abbandono. Eppure due coniugi, rimasti soli, non riuscivano più nemmeno a pagare l’affitto.
I grandi numeri dell’ISTAT che indicano in quattro milioni i poveri in Italia, diventano realtà terribile e dolorosa vicino casa.

...
Leggi tutto

Il ricordo di monsignor Nervo, fondatore della Caritas

scritto da Vinicio Albanesi il 22/03/2013 in Generale, In cielo | 2 commenti

 Il ricordo di don Giovanni Nervo è intenso e tenero. L’avevo incontrato alla fine degli anni ‘60 a Roma, mentre stava iniziando la tessitura di quella Caritas italiana che nascerà nel 1971, per volere di Paolo VI. Teneva a tre cose. Prima di tutto l’attenzione ai poveri. Un’attenzione non solo affettiva, ma anche propositiva e concreta. Non bastava invocare slogan, era necessario agire concretamente. La seconda era la gratuità: vi insisteva senza tentennamenti. L’azione caritativa, per definizione, non poteva che essere gratuita, frutto della vicinanza e della condivisione con chi stava male. La terza attenzione era per un’educazione di tutta la comunità cristiana allo spirito della carità. Non dovevano essere creati organismi esclusivamente orientati all’azione caritativa, ma era l’intera comunità cristiana a farsi carico degli svantaggiati.
Non andò mai fuori dalle righe: era un uomo di profonda spiritualità. Fu obbediente, senza rinunciare alle proprie idee. Accompagnò ...
Leggi tutto

Dimissioni del papa: un gesto nobile e di fede

scritto da Vinicio Albanesi il 11/02/2013 in Generale, In cielo | 4 commenti


L’annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI è da interpretare come un gesto nobile. La motivazione che ha addotto, per l’età avanzata, mostra una sensibilità umana e anche un profondo senso di fede.
Da una parte non si è sentito più in grado di affrontare i mille problemi che la gestione della Chiesa oggi nel mondo pone e l’ha confessato; dall'altra ha detto a sé e a tutti noi che non si ritiene indispensabile. Ha aggiunto: che io me ne vada è per il bene della Chiesa.
Ciò significa che, nonostante la responsabilità di essere capo della Chiesa, è rimasto un uomo con la propria coscienza a fare i conti con la condizione di età e di salute.

Ci piace ricordare, tra gli ultimi suoi interventi, il messaggio per la Quaresima di quest’anno.
Seguendo il filo dell’anno della fede, ha insistito sul ...
Leggi tutto

Il sociale nel 2012: un bilancio “misero”, un sistema da ripensare

scritto da Vinicio Albanesi il 21/12/2012 in Generale, In italiano | lascia un commento


Il bilancio dell’anno 2012a proposito delle politiche sociali, realizzato dall'Agenzia Redattore Sociale, non poteva che essere “misero”. Per molteplici motivi. Il primo è di tipo strutturale. La riforma Bassanini, con il riordino dei ministeri ha aggregato la materia del sociale ai problemi del lavoro. Il risultato è evidente e non da oggi. Gli ultimi ministri si sono occupati di lavoro e di null'altro. La materia del sociale si è ulteriormente ridotta nella marginalità nella quale da sempre è relegata.

La crisi economica morde da anni, la povertà si acuisce: le fasce più fragili sono abbandonate. La sanità è in ristrutturazione; sfacciatamente si relegano al sociale le funzioni che sono connesse con la sanità: si intrecciano poteri (professioni e industrie) che cercano di resistere; chi non ha potere contrattuale è costretto a ricorrere a gesti estremi (si veda la manifestazione dei malati di ...
Leggi tutto

La politica non dà soluzioni

scritto da Vinicio Albanesi il 06/12/2012 in Generale, In italiano | 1 commento

Nonostante i problemi gravi che l’Italia sta attraversando, non si intravvedono soluzioni politiche adeguate. Con la fine della legislatura all'orizzonte, è iniziata l’ennesima campagna elettorale che, anche questa volta, non sembra troppo preoccupata di proporre soluzioni e futuro con proposte di ampio respiro. La politica è tutta concentrata sugli schieramenti, sulle candidature, con protagonisti vecchi e nuovi attenti alla propria collocazione, in vista del possibile potere.
Il governo Monti è stato il risultato di una evidente abdicazione delle funzioni spettanti al Parlamento: un nuovo assetto, liberamente eletto, per essere serio, dovrebbe proporre politiche economiche, sociali, culturali capaci di far uscire l’Italia dalla crisi.

Da settimane assistiamo alle dinamiche degli schieramenti. Per fare che cosa non è dato sapere. Solo indicazioni nebulose e attendiste.
E’ difficile, con queste premesse, aver fiducia per ciò che verrà. Se il 50 per cento della popolazione chiamata a scegliere i nuovi rappresentanti è assenteista o indecisa, ha chiaramente fatto conoscere la propria opinione....
Leggi tutto

Ma di quale società civile parla Italia futura?

scritto da Vinicio Albanesi il 19/11/2012 in Generale, In italiano | 2 commenti


Chi sta in periferia e guarda la tv e legge i giornali non comprende “il cuore” di Italia futura. Le parole, quelle sottoscritte da tutti, sono un riassunto di contraddizioni, messe insieme dai protagonisti: un movimento civico, liberale, popolare e riformista. Quale società civile, quale liberalismo, quale popolo e quali riforme? Gli stessi sottoscrittori sono mille miglia lontani, ciascuno, dalla cultura dell’altro. Montezemolo e Bonanni; Olivero e Giulia Buongiorno; Riccardi e Albertini. E ai futuri e possibili elettori, quale il programma offerto?
L’insistenza è sulla società civile. Con buona pace di tutti c’è chi si appropria di un soggetto che non può essere riassunto. La società civile è costituita da chi vive nei territori: dagli imbroglioni agli eroi, dagli ecologisti ai cacciatori, dai guerrafondai ai pacifisti. Appropriarsi di quel nome significa cercare una giustificazione – non richiesta – per nascondere le scelte del proprio movimento e immergerle in ...
Leggi tutto

Il trucco di ridurre la non autosufficienza a spesa “sociale”

scritto da Vinicio Albanesi il 14/11/2012 in Generale, In italiano | lascia un commento


Piena comprensione e vicinanza al Comitato 16 Novembre che in questi giorni sta manifestando per ottenere sicurezza per i malati di SLA. La minaccia di manifestare senza le batterie che alimentano i ventilatori è drammatica, come lo è la malattia.
Ciò che sorprende è l’arretratezza della risposta sanitaria e sociale nei confronti di persone con malattie altamente invalidanti.
L’appello al Fondo Catricalà è improprio e degradante. La malattia viene arbitrariamente equiparata ad assistenza sociale.
Tra l’altro le risorse per il fondo delle politiche sociali, in tre anni (2008-2010) è stato ridotto di un quinto, essendo stato decurtato del 77%.
La non autosufficienza ha valenza sanitaria: il trucco del ridurre a sociale ciò che non è ospedaliero è arbitrario ed esoso, frutto di interessi di parte scientifici e industriali.
La salute è un bene che è il risultato di un benessere complessivo che appella alla ...
Leggi tutto