Archive for tag: Ovviamente

La boutade sui bambini rom

scritto da Vinicio Albanesi il 27/06/2008 in Ovviamente | lascia un commento

L'ipotesi preannunciata recentemente sulla schedatura dei bambini rom fino alla decadenza della patria potestà, per "poterli salvare”, è una semplice boutade. Ignora completamente quel mondo, i legami che tengono insieme le famiglie, la loro cultura e i loro usi.
Per chi ha avuto affidati bambini rom sorpresi dalle polizie municipali e affidati dai Tribunali dei minorenni alle comunità di accoglienza ha dovuto arrendersi. Al massimo quei bambini resistevano nella struttura una notte. All'alba - non si sa con quali strumenti e quali tam tam – quei bambini ricontattavano la famiglia e sparivano.

Un procuratore della Repubblica minorile mi suggerì di creare una struttura adeguata (più esplicitamente una struttura chiusa = carcere minorile) per mantenerli affidati. Dichiarai esplicitamente, non essendo disposto a gestire un “carcere minorile rom”, di non avere strutture idonee ad accogliere quei minori.
Si continua a parlare del rischio rom: oltre proclami e ...
Leggi tutto

Solo offrendo legalità si può esigere legalità

scritto da Vinicio Albanesi il 07/05/2007 in Ovviamente | 99 commenti

Il quotidiano "la Repubblica” ha pubblicato oggi in evidenza (carta stampata e on line) la lettera di Claudio Poverini sul rischio del razzismo, con tanto di forum per chiedere il proprio pensiero. Rispondo volentieri.
La lettera inizia con “sono di sinistra”, termina con “… non voglio e mi opporrò con tutte le mie forze al dagli allo straniero. Ma voglio legalità, voglio la cultura della legalità in questo benedetto Paese, voglio che chi sbaglia paghi.”
Al di là della propria definizione ideologica, l'interlocutore e insieme Corrado Augias, vanno in corto circuito. Vogliono un popolo di immigrati bravi cittadini, come alcuni (non tutti) abitanti del nostro paese, senza chiedersi il perché di comportamenti scorretti e irriguardosi.
Per prima cosa verrebbe da chiedersi se c"è un effetto domino per chi è straniero in Italia: spinte, parolacce, qualcosa di peggio in metropolitana e fuori fanno parte da sempre della nostra “storia”, prima e oltre ...
Leggi tutto

Le civiltà non si dichiarano guerra

scritto da Vinicio Albanesi il 09/03/2006 in Ovviamente | 1 commento

In un articolo del Corriere della sera dell'8 Marzo 2006, il noto teologo Hans Küng affronta il tema del dialogo necessario e indispensabile con l"Islam. Di tutto l’articolo mi ha colpito una sua considerazione. Egli si domanda se lo scontro tra il mondo occidentale e il mondo islamico sia uno scontro di "civiltà”.
Egli risponde: “No perché le civiltà non sono attori sul palcoscenico della politica mondiale, né tantomeno dichiarano guerre. In molti luoghi, popoli di culture diverse vivono insieme piuttosto pacificamente. La politica mondiale è una questione che riguarda gli stati e i loro leader ed è sempre stato così”.
Dopo le infinite discussioni sullo scontro di civiltà, questa annotazione mi ha fatto ripensare tutto il quadro dei riferimenti a cui siamo sottoposti.
Le civiltà sono il frutto delle relazioni all’interno di un popolo e tra popoli. Le politiche dei governi sono azioni concrete a vantaggio della ...
Leggi tutto